The prince of the world – Donato

Why did you pick this picture?

I chose this photo because it symbolizes the desire for realization in the heart of man. A desire that is often based on the conquest of outer wealth, believing that we obtain happiness.

Where did the idea come from?

The idea of ​​this painting arises from the introspective observation of the human soul, which seeks realization through the knowledge of oneself and not through the riches of the world that always culminate in dissatisfaction … Like a prince who possesses the world but does not know itself.

What does this art mean to you?

This painting wants to be an invitation to know oneself, the true source of happiness; rather than conquering the ephemeral things of the world.

What can you tell us about yourself?

Since I was a child, I loved to draw, I was kidnapped by the creative process, I get excited to see ideas take shape through drawing. Many small seemingly random gestures that ultimately resulted in a beautiful design, even in the eyes of a child. For me it was exciting to notice the charm in the eyes of those who saw me draw … I soon realized that it was possible to create a fracture over time through the images made. In front of a work, even an adult returned to the wonder of a child.

My love for creativity led me to study at art school and at the academy of fine arts, although I consider myself self-taught, I have always taken the liberty of experimenting with everything, getting out of the academic schemes. Currently I do commissioned work and when I am not immersed in color, I dedicate myself to other passions like the study of essays and training.

What more can you tell us about your art?

Over the years I have perfected many artistic techniques, then merge them and create personal mixed techniques. Through my art I love to give shape to feelings that, for better or for worse, mark the path of man towards “home”. I believe that a work of art, whether it is a painting, a piece of music, a poem … Be it the expression of one ‘s spirit, can create a gap through superficiality, and open doors where previously there were only walls.

To see more of Donato’s artwork please follow the link below to see their instagram page

View this post on Instagram

Ricordo ancora il giorno in cui scattai delle foto quasi per gioco, ad un mio "estroso" amico😌, riconoscendo il potenziale emotivo nel suo volto dalle singolari anatomie. Non sapevo ancora che a distanza di anni, quegli scatti mi avrebbero permesso di realizzare un' opera a cui sono particolarmente "legato" (sia per il concetto, sia per la definizione di una tecnica pittorica creata da me), attraverso la quale "ri-velare" il rapporto sempre coerente tra Essenza ed Apparenza. Cerchiamo di aggirare la sensazione di vuoto in noi stessi, cercando la ricchezza nelle "cose". Eppure il vuoto permane, nonostante l' ultima cosa ottenuta…fin quando si inizia a "creare" la ricchezza dentro di Sè. Ricchezza che non perisce nel tempo perchè nel Sè regna l' Eternità dell' Adesso. Ricchezza che non puó essere rubata perchè risiede nel Sentire non nell' oggetto. Ricchezza che dona l' elisir dell' Immortalità. Allora da Principe delle Cose del Mondo, si diviene Rè del Paradiso del Sè. E la Corona viene posta dalle proprie mani, sul proprio capo☯️ . . Realizzata con una personale #tecnicamista su legno MDF (uso questo tipo di legno artificiale in quanto non presenta una trama evidente, e non subisce variazioni al cambiare della temperatura). È una tecnica che ho elaborato nel tempo…tutto inizia con la tavola di legno di mediodenso che rendo leggermente ruvida con della carta abrasiva a trama media. Passo all' abbozzo direttamente con dei pastelli morbidi della Faber-Castell, cercando di stabilire con esattezza, proporzioni, tinte e valori tonali. Dopo aver dato una leggera spruzzata di fissativo, passo al lavoro vero e proprio realizzato con pastelli della Rembrandt. Finisco il tutto con una spruzzata di vernice Damar (a questo punto il lavoro sembra un dipinto ad olio). Seguiranno altre vernici date a pennello per ottenere una finitura "serica", a metà strada tra l' opaco ed il lucido, questa proporzione è anch' essa frutto di sperimentazione, non esiste in commercio.😌 . . L' opera si intitola: "Il Principe del Mondo" …nell' attesa d' Essere Rè di Sè. . . 🔹Opera originale venduta🔹 🔹Stampe disponibili su richiesta🔹

A post shared by Donato Gianfelice (@gianfelicedonato) on

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s